Litiga con i genitori, poi scappa di casa: 22enne trovato morto, probabile gesto estremo

Litiga con i genitori, poi scappa di casa: 22enne trovato morto, probabile gesto estremo

Nessuno, tra fidanzata, familiari ed amici, riesce a darsi una spiegazione. Vicino al corpo sono stati trovati il suo cellulare, il portafoglio e la valigia


AVEZZANO – Un ragazzo di 22 anni di Avezzano, G.C., è stato trovato morto nella cittadina abruzzese dietro la palazzina del Dopolavoro Ferroviario, in via Monte Velino: il giovane si sarebbe impiccato usando un fil di ferro legato ad un passamano. Una tragedia che ha sconvolto amici e conoscenti del ragazzo, che aveva tante amicizie e una fidanzata che adorava, scrive Manlio Biancone sul quotidiano Il Messaggero.

Alla base del gesto ci sarebbe un lungo disagio culminato nella serata di venerdì dopo un litigio con i genitori: il giovane ha preso la sua valigia ed è andato via, senza salutare nessuno. Dopo aver girovagato per la città senza meta, si è tolto la vita: nessuna spiegazione, nessun biglietto per far sapere ai familiari il motivo del gesto. A dare l’allarme, una donna che ha visto il suo corpo mentre tornava a casa in treno.

Dal racconto di un parente, scrive ancora Il Messaggero, i familiari lo avevano cercato tutta la notte anche nei posti solitamente da lui frequentati e avevano anche chiamato tutti i suoi amici, ma nessuno lo aveva visto. La notizia ha lasciato sotto choc soprattutto gli stessi amici e le persone che lo conoscevano: nessuno riesce a darsi una spiegazione. Vicino al corpo sono stati trovati il suo cellulare, il portafoglio e la valigia: la polizia sta indagando per saperne di più e per capire se il 22enne si è davvero ucciso o se c’è un’altra spiegazione alla sua morte.

FONTE: LEGGO.IT