Luciano morto per un incidente sul posto di lavoro. Il cordoglio del sindaco: “Lavoratore onesto e serio”

Luciano morto per un incidente sul posto di lavoro. Il cordoglio del sindaco: “Lavoratore onesto e serio”

Berruto lascia moglie e due figli


SAN GIORGIO A CREMANO – Totalmente sconvolta la comunità di San Giorgio a Cremano a causa della morte di Luciano Berruto, l’operario di 56 anni deceduto a seguito di un incidente sul lavoro che si è verificato a Porto Recanati lo scorso 12 gennaio. L’idraulico Luciano si trovava su una scala e stava sistemando la canna fumaria di un’abitazione privata è inciampato, rovinando così nel vuoto.

Le parole del sindaco

Anche il primo cittadino di San Giorgio, Giorgio Zinno, ha voluto esprimere il suo cordoglio per la grave perdita: “Un ennesimo episodio che lascia tutti sconvolti non solo perché é assurdo continuare a morire, nonostante le continue richieste di provvedimenti e di sicurezza, svolgendo il proprio lavoro, ma ancor di più perché Luciano Berruto, che lascia moglie e due figli, era un concittadino, lavoratore onesto e serio, conosciuto in città prima del suo trasferimento, anche perché il padre, Eduardo Berruto, ha svolto per decenni lavoro di operatore ecologico sul nostro territorio. Dobbiamo impedire che accadano ancora episodi del genere e a nome della comunità sangiorgese, ci stringiamo alla famiglia nel dolore che li ha colpiti”.