Melito, cani chiusi in gabbia in pessime condizioni igieniche: “Salvati” dalle forze dell’ordine

Melito, cani chiusi in gabbia in pessime condizioni igieniche: “Salvati” dalle forze dell’ordine

La struttura era costituita da lamiere e griglie per un totale di 16 metri quadri


MELITO – Erano stati chiusi all’interno di una gabbie ed erano in pessime condizioni igieniche. Questo il triste destino di tre cani di razza meticcia che sono stati “salvati” dai carabinieri della tenenza di Melito e dagli agenti della Polizia Municipale guidati dalla comandante Antonia Napolano. Le forze dell’ordine sono state coadiuvate dagli operatori dell’Asl e dai volontari dell’associazione A.m.p.a che hanno liberato i tre cuccioli rinchiusi in una gabbia nello spazio verde antistante il rione 219 di via Lussemburgo.

L’intervento ha fatto seguito ad una segnalazione della Protezione Animali, che aveva fatto presente anche lo stato di assoluta precarietà igienica in cui versavano gli animali. La struttura era costituita da lamiere e griglie per un totale di 16 metri quadri, dove erano rinchiusi i cani, infreddoliti ma senza segni di violenza.

Le forze dell’ordine hanno così liberato gli animali che si trovano ora in stalli al sicuro.

Il manufatto, all’esito della relazione dei tecnici del Comune, sarà invece abbattuto e ripristinato lo stato dei luoghi.

“Si ringraziano i volontari operanti sul territorio di Melito per il grande impegno mostrato quotidianamente per il miglioramento delle condizioni di vita di cani e gatti presenti sul territorio melitese”; così il Sindaco di Melito Luciano Mottola.