Napoli, aria di derby al Maradona: con la Salernitana gli azzurri cercano il terzo successo di fila

Napoli, aria di derby al Maradona: con la Salernitana gli azzurri cercano il terzo successo di fila

Per la sfida contro i granata Spalletti dovrebbe fare ancora a meno di Insigne e Ospina


Alla fine dei conti si può dire che l’ultimo turno di campionato ha sorriso, più di tutti, al Napoli. I partenopei hanno archiviato subito l’eliminazione in Coppa Italia grazie a un successo netto al Dall’Ara per 0-2 contro il Bologna di Sinisa Mihajlovic. Rossoblù dominati per gran parte dell’incontro, all’interno di una prestazione che ha ricordato quelle di inizio stagione. La squadra di Spalletti è stata l’unica a fare bottino pieno in vetta, approfittando del pari fra Atalante e Inter e dell’incredibile passo falso del Milan a San Siro contro lo Spezia, portandosi così a quattro punti dal primo posto. Tra le altre note positive per gli azzurri il ritorno di Victor Osimhen, in campo dopo quasi due mesi dall’infortunio, e la doppietta del Chucky Lozano che torna ad essere decisivo.

Non è però il momento di abbassare la guardia: domenica alle 15.00 infatti va in scena il derby campano. Al Maradona arriva la Salernitana di Stefano Colantuono, ultima in classifica ma che nell’ultima trasferta ha ottenuto un insperato successo contro il Verona di Igor Tudor. Il Napoli cerca la terza vittoria consecutiva dopo quelle contro Sampdoria e Bologna, magari senza subire gol proprio come in queste due gare precedenti. L’obiettivo però è anche quello di invertire il trend casalingo che nelle ultime settimane si stava facendo preoccupante. Prima del successo di misura sui blucerchiati, infatti, al Maradona erano arrivati addirittura tre ko di fila contro Atalanta, Empoli e Spezia.

I maggiori bookmakers con bonus, di cui è disponibile una disamina gratuita e dettagliata qui, non hanno dubbi su Napoli-Salernitana: padroni di casa strafavoriti e probabile pioggia di gol. Le motivazioni della squadra azzurra dovrebbero fare la differenza, contro un avversario falcidiato dalle assenze per il Covid e con il morale ancora più a terra dopo il punto di penalizzazione inflitto dal Giudice Sportivo nell’ambito della sfida persa a tavolino contro l’Udinese. All’andata all’Arechi il Napoli si impose per 0-1 grazie alla rete di Zielinski nella ripresa. La Salernitana inoltre, statistiche alla mano, non ha mai vinto a Napoli.

Per la sfida contro i granata Spalletti dovrebbe fare ancora a meno di Insigne e Ospina: i due sono alle prese con dei problemi muscolari e in settimana hanno svolto un lavoro personalizzato tra terapie e palestra. Due assenze che si sommano alle solite di Koulibaly e Anguissa, ancora impegnati in Coppa d’Africa. Tra i titolari domenica potrebbe invece rivedersi proprio Osimhen: il nigeriano è in ballottaggio con Mertens e Petagna per partire dal primo minuto. A centrocampo inamovibile Fabian Ruiz che è di fatto il fulcro del gioco degli azzurri: allo spagnolo sarà affiancato uno fra Lobotka e Demme. Politano ed Elmas si giocheranno l’ultimo posto disponibile sulla trequarti insieme a Zielinski e Lozano.

Sulla carta si tratta di quella classica partita senza storia, ma le gare contro Empoli e Spezia insegnano: vietato sottovalutare l’avversario. Il Napoli vuole mettersi alle spalle il periodo di appannamento e ricominciare a marciare come prima, con un occhio in alto rivolto verso la vetta e uno in basso a tener d’occhio le inseguitrici.