Napoli, arrestato commercialista condannato a 5 anni: era il consulente di de Gregorio e Lavitola

Napoli, arrestato commercialista condannato a 5 anni: era il consulente di de Gregorio e Lavitola

Ha rivelato agli inquirenti, tra l’altro, i meccanismi della cosiddetta compravendita dei senatori e le operazioni grazie alle quali sono stati accantonati fondi neri all’estero attraverso i contributi per l’editoria


NAPOLI – Andrea Vetromile, commercialista per anni consulente dell’ex senatore Sergio de Gregorio e dell’ex direttore de “L’Avanti” Valter Lavitola, è stato arrestato dai finanzieri di Frattamaggiore (coordinati dal maggiore Carmine Bellucci) in una pizzeria nella zona di Agnano, a Napoli.

L’arresto, reso noto oggi, risale allo scorso 15 gennaio.

Vetromile, come riportano le cronache giudiziarie, ha rivelato agli inquirenti, tra l’altro, i meccanismi della cosiddetta compravendita dei senatori e le operazioni grazie alle quali sono stati accantonati fondi neri all’estero attraverso i contributi per l’editoria. Vetromile è stato condannato, con sentenza passata in giudicato, per una estorsione nell’ambito di indagini partite da una denuncia presentata dai dipendenti di una società che stava amministrando per conto del tribunale.

I finanzieri, dopo avere controllato il green pass degli avventori della pizzeria, hanno anche segnalato tutti i nominativi raccolti alla sala operativa che ha eseguito un approfondimento consultando i database delle forze dell’ordine.

E’ stato così che è emersa la condanna definitiva di Vetromile (a quasi 5 anni di detenzione), in possesso di un green pass regolare, che quindi è stato arrestato e condotto in carcere. Secondo quanto emerso da tempo faceva la spola tra Italia e l’Ungheria, dove risulta residente.