Napoli, dopo Bologna testa alla Salernitana guardando la vetta della classifica

Napoli, dopo Bologna testa alla Salernitana guardando la vetta della classifica

Gli azzurri mettono in scia il Milan atteso dalla gara ostica contro la Juventus


Dopo l’amara sconfitta in Coppa Italia, dove il Napoli agguanta il pari allo scadere del tempo regolamentare per poi crollare nei supplementari contro un ottima Fiorentina, nell’ultima partita di campionato giocata nel preserale di lunedì, gli Azzurri portano a casa 3 punti pesanti, con una bella doppietta del Chucky Lozano allo stadio Dall’Ara di Bologna, posizionandosi così al terzo posto in classifica a 2 punti dal Milan (che perde contro lo Spezia, a causa anche di un clamoroso errore dell’arbitro) e 4 dall’Inter (che deve recuperare una partita).

Con un possesso palla del 66% il Napoli torna quasi ai suoi livelli, grazie al rientro di giocatori importanti come Zielinsky e Fabian, che in questa partita hanno decisamente fatto la differenza. E lo conferma anche l’azione poetica che porta al secondo gol, quando Zielinsky disegna una palla perfetta per Fabian, rotolando in maniera leggiadra ma compatta senza far perdere la corsa allo spagnolo, che poi crea un assist perfetto per il raddoppio di Lozano che non sbaglia. Quanto ci sono mancati loro due in mezzo al campo?
Fabian che in questa partita realizza: 1 assist, 3 occasioni create, 2 passaggi chiave, 5 recuperi palla, maggior numero di passaggi completati (84) e prende anche 1 palo. Con lui il Napoli torna nettamente a palleggiare in faccia agli avversari. Bellissima comunque anche la doppietta di Lozano che quasi torna ai suoi livelli, realizzando la sua 3a doppietta in serie A, la prima in trasferta. In questa partita il Chucky ha segnato tanti gol quanti nelle precedenti 21 presenze nel torneo.

Ma forse il ritorno che più ci ha fatto emozionare e tirare un sospiro di sollievo, anche se solo per una ventina di minuti, è stato quello di Victor Osimhen, che torna in campo 57 giorni dopo uno degli infortuni più tremendi mai visti, con la mascherina al volto che dovrà portare in campo fino al 31 Marzo, quasi come un’eroe mascherato pronto a combattere per la propria gente, e non solo ha sfiorato pure il gol nel finale, ma è anche andato a saltare in barriera. Un guerriero sotto tutti i punti di vista.

A questo punto quindi la squadra è quasi al completo. Insigne ed Ospina dovrebbero rientrare dopo la sosta e quindi dopo il delicato Derby Campano di domenica pomeriggio contro la Salernitana al Maradona, galvanizzata dal nuovo proprietario Danilo Iervolino, napoletano e fondatore dell’Università telematica Pegaso. Intanto si attendono notizie dalla Coppa d’Africa dove Anguissa supera i gironi con il suo Camerun ed anche Koulibaly con il Senegal, mentre Ounas è quasi pronto al rientro a Castelvolturno.
In ogni caso Spalletti nella press conference pre-partita è stato chiaro: “Il periodo è stato difficile per i pochi giocatori a disposizione, ma questo non dev’essere un alibi. Vogliamo la Champions e siamo in grado di raggiungere l’obiettivo”.

Parole Sante allora. E noi ci crediamo. Ora testa alla Salernitana.

#ForzaNapoliSempre