Raid e furti alle ambulanze dei volontari: “Gesto ignobile e vergognoso verso chi aiuta i pazienti Covid”

Raid e furti alle ambulanze dei volontari: “Gesto ignobile e vergognoso verso chi aiuta i pazienti Covid”

I delinquenti hanno rotto i vetri dei mezzi, danneggiato la carrozzeria, rubato batterie e gasolio


TORRE ANNUNZIATA – Furto alle ambulanze dell’Associazione Fratres di Torre Annunziata, Borrelli (Europa Verde): “Atto ignobile e vergognoso nei confronti di chi si spende per la comunità”

“La notte del 7 gennaio scorso l’associazione Fratres di Torre Annunziata ha subito un raid vandalico con annesso furto. Aiutati dall’oscurità della notte, alcuni ignoti, probabilmente armati di scala, hanno oltrepassato il muro di cinta del ricovero automezzi dell’associazione, alto circa 5 metri, e, indisturbati, hanno potuto commettere le proprie azioni criminali. I delinquenti hanno rotto i vetri dei mezzi, danneggiato la carrozzeria, rubato batterie e gasolio, oltre ad una scala antincendio in dotazione alla Protezione Civile. Ritengo quanto accaduto un atto ignobile e vergognoso, solo dei vigliacchi hanno potuto commettere dei reati così deplorevoli nei confronti di un’associazione che ogni giorno fa del bene a tutta la comunità. La Fratres è inoltre stata in prima linea durante tutta la pandemia da Covid-19, fornendo supporto alle strutture di Sanità Pubblica con i propri mezzi e uomini. Europa Verde non può che esprimere piena solidarietà all’Associazione sperando che cose simili non si verifichino mai più.” Così Francesco Emilio Borrelli, Consigliere Regionale di Europa Verde.

Sulla vicenda è intervenuto anche il presidente di Fratres Campania, Peppino Festa, che ha dichiarato “Noi siamo un’associazione cristiana, pertanto a queste persone posso solo chiedere di ravvedersi. Il loro gesto non ha danneggiato solo la noi ma tutta la comunità che, fino a quando i mezzi non saranno riparati, non potrà usufruire dei nostri servizi. Ricordo, anche agli autori di questo gesto, che chiunque abbia necessità di ogni genere può venire da noi a chiedere un aiuto, noi siamo sempre pronti ad ascoltare e dare una mano al prossimo”.