Ritardi agli hub vaccinali, indagati un poliziotto e un finanziere No vax

Ritardi agli hub vaccinali, indagati un poliziotto e un finanziere No vax

La Procura sta assumendo ulteriori informazioni dall’azienda sanitaria


BOLOGNA – Un poliziotto e un militare della Guardia di Finanza sono stati indagati, in due fascicoli separati, dalla Procura di Bologna per interruzione di pubblico servizio, per aver causato con la propria condotta –  che si ritiene strumentale – ritardi e disservizi negli hub dove si erano presentati per l’immunizzazione.

Il poliziotto è il funzionario Giuseppe Accroglianò che era andato all’hub di Casalecchio con un avvocato, facendo una sfilza di domande al medico di turno. A un certo punto, insoddisfatto, ha chiamato il 112 e poi se n’è andato, senza farsi vaccinare. Entrambi sono sospesi dal servizio per non aver ottemperato all’obbligo.

Lo riferisce una nota firmata dal procuratore Giuseppe Amato, che lo ha comunicato “per la rilevanza che la vicenda assume in questo contesto emergenziale”. La Procura sta assumendo ulteriori informazioni dall’azienda sanitaria.