Trading online: analizziamo l’effetto della variante omicron sui mercati

Trading online: analizziamo l’effetto della variante omicron sui mercati

Come sfruttare l’aumento di volatilità


La variante Omicron del Covid-19, entrata sulla scena internazionale da qualche settimana, ha ormai monopolizzato il dibattito pubblico e non solo sotto l’aspetto meramente sanitario. Al momento l’unico fatto certo è che la pochezza dei dati raccolti non consente di valutare in maniera ottimale quali siano le differenze con le varianti più conosciute del virus in termini di pericolosità: difatti, a parte un’apparente capacità di diffondersi più rapidamente, non si rileva un impatto marcato sulle ospedalizzazioni se non quelle dovute alla ripartenza delle infezioni. Il timore più grande, naturalmente, riguarda la possibilità che Omicron possa eludere la protezione della vaccinazione e riprendersi, conseguentemente, quel minimo di normalità riconquistata dai vari paesi con tanti sacrifici. È chiaro che, a cascata, eventuali strette sulla libertà di circolazione preoccupino i mercati finanziari, per i contraccolpi sulla ripresa economica.

Attualmente lo stato d’animo degli investitori non può che essere pervaso da un senso di incertezza, poiché anche il sentiment degli analisti è alquanto contrastato: se da un lato in molti guardano con preoccupazione ad un colpo di coda dell’emergenza pandemica, dall’altro si infoltisce il partito di chi crede che questa circostanza possa in un sol colpo ridimensionare il fenomeno inflattivo e rallentare le misure di riassorbimento delle politiche monetarie accomodanti, con ovvi benefici per le borse internazionali. Il punto fermo da cui ripartire, quindi, è la volatilità che si è riaffacciata sui mercati e che potrebbe occupare la scena anche nella prima parte del 2022. Sulla base di tali ipotesi potrebbe essere molto interessante, sfruttare alcune metodologie che puntano a speculare sulle forti oscillazioni di prezzo e al rialzo e al ribasso dei vari asset.

Come sfruttare l’aumento di volatilità con il trading online

 

Per operare con consapevolezza sui mercati finanziari è opportuno informarsi in modo adeguato e seguire i consigli degli esperti. Da questo punto di vista, il sito tradingonline.it, realtà molto apprezzata nel settore della formazione in ambito finanziario, ha realizzato una guida per costruire strategie di trading che si adattino a tutte le condizioni di mercato.

Il tutorial, infatti, parte dai principi base della disciplina, in cui sono introdotte le caratteristiche dell’approccio operativo, fino a tracciare un percorso didattico completo che giunge ad analizzare gli strumenti più idonei all’implementazione della metodologia. Il primo step, da compiere nell’attuazione di una strategia di breve termine, è la selezione di uno specifico intermediario finanziario, dotato di tutte quelle funzionalità atte a negoziare sia al rialzo sia al ribasso.

Demo trading: gli strumenti per testare le funzionalità di una piattaforma

 

I broker online rappresentano in tal senso la miglior sintesi fra tecnologia con cui affrontare i mercati e contenimento dei costi di gestione di un conto trading: difatti la sottoscrizione e il mantenimento di un rapporto non prevedono alcuna spesa, così come il rilascio della piattaforma operativa con tutti i suoi accessori.

Gli investitori possono utilizzare i grafici presenti sul TOL, per analizzare il prezzo degli strumenti finanziari trattati, e la console di gestione ordini, per eseguire i trade con la massima velocità e maneggevolezza; un aspetto decisamente interessane di tali infrastrutture è rappresentato dalla possibilità di poterle utilizzare e testare anche senza aver effettuato alcun versamento in modalità demo.

Speculare con i Contratti per Differenza

 

La varietà di asset su cui investire è decisamente ampia in quanto i broker online consentono la negoziazione di particolari derivati che replicano il prezzo della quasi totalità di sottostanti. Come evidenziato dagli esperti di tradingonline.it la compravendita di Contratti per Differenza -questo è il nome degli strumenti finanziari in questione- non solo permette di spaziare agevolmente su tutto ciò che i mercati hanno da offrire, ma soprattutto facilita l’attuazione di strategie multi-direzionali grazie all’offerta della leva finanziaria e alla vendita allo scoperto.

La prima opzione, in particolare, amplifica il controvalore di un ordine, mentre la seconda è preposta all’operatività sui trend ribassisti; con questi meccanismi l’investitore può sfruttare ogni oscillazione di prezzo che un particolare asset sviluppa sui time frame infra-giornalieri.