Tragedia ad Agrigento, uccide 4 familiari dopo una lite e poi si toglie la vita in strada

Tragedia ad Agrigento, uccide 4 familiari dopo una lite e poi si toglie la vita in strada

Tra le vittime due ragazzini di 11 e 15 anni, figli del fratello dell’omicida


AGRIGENTO – Un uomo, al culmine di una lite, ha sparato e ucciso quattro familiari in un’abitazione a Licata, per poi togliersi la vita. Sembra che l’omicida abbia estratto l’arma durante un violento diverbio e colpito, uccidendoli, il fratello, la cognata e i loro figli, due ragazzini di 11 e 15 anni. Al momento non si conoscono le motivazioni del gesto, a seguito del quale l’uomo si sarebbe dato alla fuga per poi suicidarsi in strada. Il suo corpo è stato trovato agonizzante e l’uomo sarebbe morto in ambulanza. I cadaveri dei quattro familiari, invece, da quanto si apprende, sarebbero stati ritrovati all’interno dell’abitazione stessa.

Secondo la procura di Agrigento, all’origine della tragedia vi sarebbero “motivi di interesse“. I carabineri “sono stati avvisati dopo la strage”, probabilmente dalla moglie dell’assassino, con l’omicida “indeciso se costituirsi o suicidarsi“. Ma poi è sceso in strada, ha percorso alcune centinaia di metri e si è ammazzato sparandosi con la stessa pistola con cui ha ucciso la famiglia. L’uomo aveva il porto d’armi e possedeva un fucile da caccia, oltre che alcune pistole.