Tragedia in montagna: Alessandro precipita durante un’escursione e muore a soli 21 anni

Tragedia in montagna: Alessandro precipita durante un’escursione e muore a soli 21 anni

Il giovane, uscito di casa per la gita il giorno precedente, aveva detto ai genitori che avrebbe trascorso la notte fuori casa e che sarebbe tornato la tarda mattinata successiva


LECCO/SARONNO – E’ Alessandro Bisi il 21enne morto sul monte Legnone, la montagna più alta della provincia di Lecco, durante un’escursione. Il corpo privo di vita del giovane di Saronno è stato trovato nel primo pomeriggio di mercoledì 5 gennaio al termine di una intera giornata di ricerche.

L’allarme era scattato nel primo pomeriggio di martedì: il giovane, uscito di casa per la gita il giorno precedente, aveva detto ai genitori che avrebbe trascorso la notte fuori casa e che sarebbe tornato la tarda mattinata successiva. Alessandro aveva quindi raggiunto la cima del Legnone (2.609 metri), aveva dormito in tenda e martedì mattina aveva chiamato la madre dicendole che stava scendendo. Poi il nulla e i genitori, non vedendolo tornare, hanno lanciato l’allarme.

Alessandro è stato cercato notte e giorno dal soccorso alpino a cui hanno dato manforte anche i vigili del fuoco di Varese che hanno dato supporto col nucleo topografia e gli specialisti del saf, oltre al gruppo volo di Malpensa e il reparto droni. I soccorritori hanno lavorato in condizioni meteo estreme sia per la quota che per le avverse condizioni meteorologiche ma le ricerche non hanno avuto un lieto fine: il corpo del 21enne è stato trovato in un crepaccio a 2.100 metri di quota. Inutile ogni tentativo di soccorso.

Alessandro nonostante la sua giovane età era un escursionista esperto: era iscritto al Cai di Saronno e, soprattutto, non era alla sua prima esperienza sulle montagne del lecchese. Sul suo profilo Instagram non nascondeva il suo amore per la montagna e per l’arrampicata. Sempre in sicurezza. Sempre col giusto abbigliamento tecnico.

FONTE: MILANOTODAY.IT