Caivano, truffa delle auto sequestrate: Luca Abete picchiato in strada

Caivano, truffa delle auto sequestrate: Luca Abete picchiato in strada

L’inviato di Striscia la Notizia è stato portato in ospedale dove gli sono stati refertati 5 giorni di prognosi


CAIVANO – Pugni, schiaffi e calci quelli che ha ricevuto Luca Abete, inviato del tg satirico “Striscia la Notizia” in onda sulle reti Mediaset. Nella trasmissione andata in onda nella serata di ieri. Luca Abete si è occupato delle truffe delle auto sequestrate e poi rivendute sul web per “soli pezzi di ricambio”.

A mettere in attimo il raggiro, una coppia di Caivano, madre e figlio che proponevano in vendita una vettura di marca Suzuki. Fingendosi interessato all’acquisto, un complice dell’inviato di Striscia la Notizia, ha incontrato il “venditore” che gli ha spiegato nei minimi dettagli come fare uso della vettura e non passare alcuna diatriba legale.

“Tu vienila a prendere col carroattrezzi, portala dove vuoi e smontala pezzo pezzo. Prendi ciò che ti serve, fa sparire le targhe e poi il resto buttalo oppure brucialo. Dopo che hai fatto questo servizio, io andrò a fare la denuncia di furto.

Un raggiro in piena regola che permette al venditore in questione di non pagare un eventuale dissequestro e non pagare neanche le future tasse dell’auto.

Il giorno dopo l’incontro tra il complice di Luca Abete e colui che proponeva in vendita l’auto, l’inviato di Striscia la Notizia è andato sotto casa di costui per chiedere spiegazioni e qui è accaduto l’impensabile. Tutta la troupe è stata brutalmente aggredita da costui e sua madre. Abete è stato portato in ospedale dove gli sono stati refertati 5 giorni di prognosi. Questo il suo post:

“Una volta smascherati, mamma e figlio, reagiscono così!” Si credono autorizzati a poter fare tutto: sia gli imbrogli che le aggressioni a chi li smaschera! Questo amorevole scambio di opinioni mi è costato 5 giorni di prognosi, ma c’è la grande soddisfazione di aver combattuto anche stavolta per la legalità! Grazie a tutti per i messaggi di solidarietà!
Guarda il servizio completo: IL SERVIZIO COMPLETO