Nonna e nipote investiti da un Suv: il piccolo Damiano muore a soli 9 mesi

Nonna e nipote investiti da un Suv: il piccolo Damiano muore a soli 9 mesi

Nell’impatto, la donna era stata sbalzata lontano, il passeggino con il piccolo è rimasto invece schiacciato tra l’auto e un palo della luce


ROMA/TERAMO – Non ce l’ha fatta il bambino di 9 mesi investito da un suv mentre era in strada con la nonna lo portava in passeggino. Damiano è morto all’ospedale Bambino Gesù a Roma dopo sei giorni dall’incidente avvenuto in località Pagliare, nel comune di Morro d’Oro nel Teramano. Venerdì scorso il piccolo era nel passeggino in compagnia della nonna 62enne, e stavano attraversando la strada in prossimità delle strisce pedonali quando sono stati investiti da una Jeep Renegate, guidata da un 89enne.

Nell’impatto la donna è stata sbalzata lontano, il passeggino con il piccolo è rimasto invece schiacciato tra l’auto e un palo della luce. Il bimbo, inizialmente ricoverato a Teramo in condizioni disperate, era poi stato trasferito all’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. Gravissimo il quadro clinico: il piccolo non si è mai ripreso, fino al decesso. Per le ferite riportate nell’incidente la nonna è stata ricoverata ospedale “Giuseppe Mazzini” di Teramo

Secondo quanto riporta il Messaggero l’automobilista di Roseto, che in passato ha ricoperto il ruolo di “nonno vigile” avrebbe detto alla Polizia intervenuta sul posto di non aver visto nonna e nipote: «Avevo il sole negli occhi». Si cerca di stabilire se la velocità dell’auto possa aver inciso nella disgrazia. Ora dopo la morte del bambino di 9 anni l’accusa per l’uomo, lesioni personali stradali gravi, dovrà essere modificata. Sconvolta dalla tragedia la comunità di Pagliare che si è stretta intorno alla famiglia. Tutti hanno sperato fino all’ultimo in un miracolo, che i genitori hanno atteso in ospedale a Roma sempre vicini al figlio.

FONTE: LEGGO.IT