Afragola, maltrattava la moglie ed aveva in casa pistole e fucili: arrestato

Afragola, maltrattava la moglie ed aveva in casa pistole e fucili: arrestato

La donna non sopportava più i soprusi quotidiani e le angherie casalinghe ai quali aveva resistito tanti anni


AFRAGOLA – E’ andata nella caserma della stazione carabinieri di Afragola per denunciare il marito. Lei ha 61 anni mentre lui di anni ne ha quasi 66 ed è incensurato. Sono sposati da tanti anni ma la donna non sopporta più i soprusi quotidiani e le angherie casalinghe ai quali aveva resistito tanti anni per quell’insana idea di sacrificarsi per i figli, ormai cresciuti.

I Carabinieri raccolgono la testimonianza della donna e mentre ascoltano ed elencano le aggressioni fisiche subìte dalla vittima emerge che l’uomo fosse possessore di armi. I militari – come da prassi per questo genere di reati – si recano presso l’abitazione dei coniugi per il ritiro cautelare delle armi. Durante le operazioni però, viene rinvenuta una pistola tipo rivoltella con matricola illeggibile, sequestrate anche 5 cartucce calibro 8.

L’uomo viene arrestato e oltre al reato di maltrattamenti in famiglia risponderà all’autorità giudiziaria anche di detenzione abusiva di munizionamento e di detenzione illegale di armi clandestine.

Sequestrate ovviamente anche le altre armi – fucili e munizioni per la caccia – che l’uomo deteneva regolarmente.

L’arrestato è in attesa di giudizio.