Blitz dei Carabinieri a Casal di Principe, in manette Sergio Orsi ed un altro imprenditore: hanno favorito il clan dei casalesi

Blitz dei Carabinieri a Casal di Principe, in manette Sergio Orsi ed un altro imprenditore: hanno favorito il clan dei casalesi

E’ il fratello di Michele Orsi, ucciso in un agguato nel 2008, a Casal di Principe, dal gruppo di fuoco dei casalesi guidato dall’allora latitante Giuseppe Setola


CASAL DI PRINCIPE – Blitz dei Carabinieri ad Aversa durante il quale, con l’accusa di turbati a d’asta, aggravata dall’aver favorito il clan camorristi dei “Casalesi”, sono finiti in manette Sergio Orsi, 65enne ex imprenditore del settore rifiuti nel Casertano e l’imprenditore Fabio Oreste Luongo. Obbligo di dimora, invece per il figlio di Orsi, Adolfo.

Già coinvolto in altre vicende giudiziarie e fratello del defunto Michele Orsi, ucciso in un agguato nel 2008, a Casal di Principe, dal gruppo di fuoco dei casalesi guidato dall’allora latitante Giuseppe Setola, Sergio Orsi, secondo quanto riporta Pupia Tv, fu arrestato nell’agosto del 2017, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia, nell’ambito di un’inchiesta relativa a estorsione in concorso, trasferimento e intestazione fittizia di beni e valori in concorso, aggravati dal metodo mafioso. Gli inquirenti accertarono come gli Orsi, negli anni 2010 e 2011, avessero fittiziamente ceduto una parte di una società operante nel settore dell’igiene urbana ad una seconda società intestata a prestanome, al solo fine di evitare la sottoposizione a misura patrimoniale.