Campania, Angela in coma dopo bypass gastrico: si allunga la lista dei medici indagati

Campania, Angela in coma dopo bypass gastrico: si allunga la lista dei medici indagati

Intanto le condizioni della ragazza continuano a essere critiche ed è in attesa di essere sottoposta al quinto intervento chirurgico


CASERTANO – Il chirurgo bariatrico Stefano Cristiano, primario della Chirurgia della Clinica Villa del Sole di Caserta (indagato, per Angela Iannotta, di lesioni colpose gravissime in ambito sanitario e indagato per omicidio colposo per la morte di Francesco Di Vilio), potrebbe non essere il solo indagato in queste due inchieste legate tra loro da un filo rosso. Più elementi confermano che la lista dei medici indagati a breve si allungherà.

Intanto da indiscrezioni il dott. Cristiano ha chiesto al Pubblico Ministero – la dott.ssa Valentina Santoro – di collaborare (e quindi di farsi interrogare ) alla presenza del suo legale (che lo difende nel processo dinanzi al Tribunale di Nola – presidente Alessandra Zingales – dove è imputato di omicidio colposo per la morte di Raffaele Arcella, il giovane di 29 anni di Caivano deceduto in seguito ad un intervento di chirurgia bariatrica sempre praticato da lui questa volta nella Clinica Trusso di Ottaviano. In quel processo i genitori di Raffaele sono costituiti parte civile con l’avv. Fernando Pellino e la prossima udienza è il 14 giugno prossimo).

Per la cronaca il dott. Stefano Cristiano, ha eseguito su Angela Iannotta due bypass gastrici. Il secondo intervento – cui seguì la setticemia e lo choc settico – fu eseguito nella Villa del Sole di Caserta mentre il primo nella Clinica Villa Letizia de L’Aquila. Tutte le cartelle cliniche – sia quelle di Angela Iannotta che di Francesco Di Vilio – sono state già state sequestrate e i periti della Procura stanno redigendo la loro relazione.

Intanto i legali di Angela, gli avvocati Crisileo, stanno facendo esaminare da docenti di management sanitario la posizione del direttore sanitario della Clinica Villa del Sole di Caserta per una eventuale denunzia per colpa organizzativa della struttura. Potrebbero depositare l’atto di nei prossimi giorni.

Francesco Di Vilio morì il 2 gennaio di quest’anno presso l’Ospedale Cardarelli dopo due interventi chirurgici eseguiti presso la Clinica Villa del Sole di Caserta, a seguito pure lui di una setticemia e di uno choc settico. Intanto le condizioni di Angela continuano a essere critiche ed è in attesa di essere sottoposta al quinto intervento chirurgico ( e ne seguiranno altri, tutti rischiosi), presso il Secondo Policlinico da parte del prof. Francesco Corcione, ordinario di Chirurgia Generale alla Federico II.