Conosce una 16enne sui social, si incontrano per appuntamento romantico ma lui tenta di ucciderla

Conosce una 16enne sui social, si incontrano per appuntamento romantico ma lui tenta di ucciderla

La gio9vane è stata trovata appesa alla ringhiera mentre il balordo tentava di buttarla di sotto


CIVITABECCHIA – Si erano conosciuti sui social e avevano deciso di passare insieme il weekend. Lei, 16 anni, lui, 32. Ma quello che doveva essere un incontro romantico si è trasformato in un incubo. Nella notte tra sabato e domenica i Carabinieri sono intervenuti in un noto bed & breakfast nel centro storico di Civitavecchia, allertati dai genitori della giovane.

La ragazza è stata trovata aggrappata alla ringhiera mentre l’uomo, un 32enne, stava provando a sollevarla per farla precipitare. L’uomo alla vista dei Carabinieri ha lasciato libera la ragazza. I militari hanno quindi arrestato il 32enne per tentato omicidio.

Quando la pattuglia dell’Arma si è portata presso la struttura ricettiva, l’attenzione dei militari è stata immediatamente attirata dalle urla della giovane, aggrappata disperatamente alla ringhiera del balcone mentre l’uomo stava cercando di sollevarla di peso e gettarla oltre il parapetto. Alla vista dei carabinieri, il 32enne ha immediatamente desistito dal proprio intento, liberando per qualche istante la giovane che è così riuscita ad aprire loro la porta d’ingresso della stanza.

Negli attimi successivi, secondo quanto riportano fonti locali, mentre la ragazza veniva portata al pronto soccorso dell’Ospedale San Paolo di Civitavecchia, l’uomo, che appariva in palese stato di alterazione psicofisica, si è rifiutato di seguire i militari in caserma, distruggendo vari suppellettili della struttura e costringendo gli operanti a contenerlo fisicamente.

Successivamente è stato condotto in caserma e d’intesa con la Procura della Repubblica di Civitavecchia è stato arrestato e associato nel carcere di Regina Coeli. All’esito dell’udienza di convalida tenutasi nel pomeriggio di oggi, il Tribunale di Civitavecchia ha convalidato l’arresto ed irrogato nei confronti del soggetto la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla parte offesa e ai luoghi da lei frequentati