False fatture sulla vendita di pneumatici: sequestro da 6 milioni di euro nel casertano

False fatture sulla vendita di pneumatici: sequestro da 6 milioni di euro nel casertano

Il sequestro ha riguardato anche i beni dei rappresentanti legali delle tre aziende


CASERTA – Un sequestro di beni e soldi per 6,5 milioni di euro riconducibili a tre società operanti nel settore del commercio di pneumatici è stato effettuato dalla Guardia di Finanza nell’ambito di un’indagine per frode fiscale coordinata dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.

Il sequestro ha riguardato anche i beni dei rappresentanti legali delle tre aziende.

Dalle indagini realizzate dalla Guardia di Finanza della Compagnia di Marcianise, è emerso il sistema truffaldino utilizzato dai titolari delle tre aziende per evadere l’Iva ed accumulare un sostanzioso credito di imposta con il quale poter anche praticare prezzi di vendita inferiori a quelli di mercato, violando dunque le norme sulla concorrenza: gli imprenditori avrebbero emesso fatture per operazioni inesistenti per almeno 25 milioni di euro sfruttando nove società cartiere, esistenti cioè solo sulla carta, che si sarebbero frapposte tra loro e i grossisti che acquistavano i pneumatici; anche questi ultimi potevano alla fine usufruire del credito di imposta accumulato dalle tre aziende per le vendite false e abbassare notevolmente i prezzi di vendita dei pneumatici.