Giugliano, avviso per l’ammissione dei bambini al “Micro asilo nido”: le parole del sindaco

Giugliano, avviso per l’ammissione dei bambini al “Micro asilo nido”: le parole del sindaco

Le domande dovranno essere consegnate entro il 3 maggio 2022 al protocollo del Comune oppure inviate via mail


GIUGLIANO – Il sindaco di Giugliano, Nicola Pirozzi, ha comunicato tramite un post sul suo profilo facebook ufficiale, la pubblicazione dell’avviso per l’ammissione dei bambini tra 0 e 36 mesi al “Micro Asilo Nido” presso il III circolo didattico giuglianese. Il progetto è stato selezionato nell’ambito del fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Le domande dovranno essere consegnate entro il 3 maggio 2022 al protocollo del Comune oppure inviate via mail all’indirizzo Pec: protocollo@pec.comune.Giugliano.na.it.

Ecco il link del sito istituzionale per scaricare l’avviso è la domanda di ammissione.

IL POST DEL SINDACO

“Un’opportunità da non perdere per le famiglie giuglianesi. È stato pubblicato sul sito del Comune l’avviso per l’ammissione di bambini tra 0 e 36 mesi al “Micro asilo nido” presso il III Circolo Didattico di Giugliano, plesso di via Agazzi.
Un’opportunità prevista dal progetto “C.Re.S.C.I. – Creazione di Reti e Servizi Comuni per l’Infanzia”, fondato sulla partnership tra Comune di Giugliano in Campania, il CFS – Centro Formazione e Servizi, la Fondazione “Giuseppe Di Vittorio” e la Cooperativa Sociale “Mondo in Cammino “.
Il progetto “C.Re.S.C.I. – Creazione di Reti e Servizi Comuni per l’Infanzia” è stato selezionato nell’ambito del fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori.
L’asilo nido è un servizio educativo e sociale per bambini di età compresa tra 0 e 36 mesi, che prevede, altresì, la mensa ed il riposo pomeridiano dei piccoli. Il servizio garantisce l’accoglienza e la cura del bambino (pasti, riposo, ecc.) rispondendo alle sue esigenze primarie e ne favorisce la socializzazione, l’educazione, lo sviluppo armonico, l’acquisizione dell’autonomia, attraverso il gioco, le attività laboratoriali manuali, espressive e di prima alfabetizzazione.
Queste sono le notizie che mi rendono orgoglioso del lavoro che quotidianamente mettiamo in campo, queste iniziative possono apparire anche come una goccia nell’oceano ma ripagano di tutti i sacrifici quotidiani e premiano gli sforzi che ogni giorno compiamo per garantire opportunità e servizi alla nostra comunità. Anche perché questo è un progetto messo in campo dalla precedente amministrazione e noi lo stiamo portando avanti, dimostrando che le buone iniziative ereditate vanno assolutamente valorizzate perché la continuità amministrativa sulle cose positive resta per noi un valore assoluto. Mentre si cambia registro laddove è necessario migliorare atti, procedure e obiettivi, sempre tenendo come priorità il bene comune e la legalità”.