Guerra, il caso: 11 “foreign fighters” italiani uccisi in Ucraina, ma allo Stato “non risulta”

Guerra, il caso: 11 “foreign fighters” italiani uccisi in Ucraina, ma allo Stato “non risulta”

A diffondere la notizia qualche ora fa era stato il Corriere della Sera; in corso verifiche


UCRAINA / ITALIA – Allo stato “non risulta” che 11 ‘foreign fighters’ di nazionalità italiana sarebbero rimasti uccisi sul campo di battaglia in Ucraina in operazioni contro le forze russe. Lo dicono all’ANSA qualificate fonti italiane di intelligence, le quali tuttavia precisano che “sono in corso verifiche”. La notizia, che era stata diffusa qualche ora fa dal Corriere della Sera, è stata fatta pervenire dal ministero della Difesa russo a Palazzo Chigi attraverso canali diplomatici. Finora, l’unico ‘combattente’ italiano morto di cui si è a conoscenza è Edy Ongaro, il 46enne veneziano ucciso il 30 marzo da una bomba mentre combatteva con le milizie separatiste del Donbass.