Guerra Ucraina, ritrovato il fighter italiano scomparso: “Ho alcune ferite ma sono vivo”

Guerra Ucraina, ritrovato il fighter italiano scomparso: “Ho alcune ferite ma sono vivo”

Per tutta la giornata di ieri si era temuto che il giovane fosse rimasto coinvolto in un attacco a Mariupol


Non si hanno più notizie di Ivan Luca Vavassori, l'ex calciatore di 29 anni, che è andato a combattere in Ucraina, nelle file delle brigate internazionali. Potrebbe essere stato coinvolto in un attacco russo. Sul suo profilo social questa mattina è comparso un messaggio, scritto in inglese, che alimenta l'apprensione per la sua sorte: "Ci dispiace informarvi che la scorsa notte, durante la ritirata di alcuni feriti in un attacco a Mariupol, due convogli sono stati distrutti dall'esercito russo. In uno di questi c'era forse anche Ivan, insieme col 4/o Reggimento. Vi informeremo attraverso le due pagine Instagram e Facebook che Ivan ci ha lasciato a gestire". Da quel momento in poi nessun altro aggiornamento. ANSA/FERMO IMMAGINE TG3 +++ ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++ ++HO NO SALES EDITORIAL USE ONLY +++

NAZIONALE – Negli ultimi giorni avevano destato non poche preoccupazioni voci relative alla scomparsa di un foreign fighter italiano. Ebbene a dare notizie rassicuranti relativamente alla sua condizione è stato lui stesso, dopo giorni di silenzio: “Sono vivo, ho solo febbre molto alta, alcune ferite in varie parti del corpo. Per fortuna nulla di rotto”. A scriverlo, per l’appunto, è stato lo stesso Ivan Luca Vavassori, l’ex calciatore di 29 anni, sul suo profilo Instagram. Il ragazzo era andato a combattere in Ucraina nelle brigate internazionali, a fianco dell’esercito di Kiev. Il giovane ha inoltre ringraziato i suoi followers per i “messaggi di supporto che mi avete mandato”. Per tutta la giornata di ieri si era temuto che il giovane fosse rimasto coinvolto in un attacco a Mariupol. Poi l’aggiornamento social e il sospiro di sollievo.