Ladro resta incastrato nel portone dell’officina e chiede aiuto: soccorso e poi arrestato

Ladro resta incastrato nel portone dell’officina e chiede aiuto: soccorso e poi arrestato

Le sue grida hanno attirato l’attenzione di un passante, che ha subito avvisato le forze dell’ordine chiamando il 112


furto

PAVIA – È rimasto incastrato per ore nel portone dell’officina meccanica che stava svaligiando a Cassolnovo (Pavia), in Lomellina. Così è stato costretto a chiedere aiuto per liberarsi.

Le sue grida hanno attirato l’attenzione di un passante, che ha subito avvisato le forze dell’ordine chiamando il 112. Il ladro, 27 anni, di origini polacche e residente a Vigevano (Pavia), è stato prima liberato dai vigili del fuoco e poi portato in ospedale a Pavia per essere curato; al termine dei controlli medici, è stato arrestato dai carabinieri.

L’episodio è avvenuto nella notte tra il 18 e il 19 aprile. Il 27enne si è introdotto nell’officina nel centro abitato di Cassolnovo attraverso la porta di ingresso in ferro, che ha tenuto parzialmente aperta nella parte superiore con un martinetto: con tale stratagemma, è riuscito ad accantonare il bottino (varie attrezzature da lavoro) che voleva portare all’esterno. Nell’atto di uscire dall’officina il martinetto si è sganciato dalla porta e il giovane è rimasto incastrato tra la porta ed il suo montante per diverse ore.

A quel punto non gli è rimasto altro da fare che chiedere aiuto. In suo soccorso sono giunti anche i carabinieri che, dopo averlo liberato grazie all’intervento dei vigili del fuoco, lo hanno arrestato. L’arresto è stato convalidato, con obbligo di dimora nella sua abitazione di Vigevano.