Mistero a Roma, 80enne muore in ospedale: era in possesso di 342mila euro ed auto di lusso

Mistero a Roma, 80enne muore in ospedale: era in possesso di 342mila euro ed auto di lusso

L’anziano è risultato avere vari possedimenti, con i quali viveva di rendita: un tesoretto milionario, che adesso dovrà essere diviso tra gli eredi, anche se a quanto sembra di eredi diretti non ce ne sono


ROMA – Mistero all’Olgiata: nelle tasche di un uomo deceduto all’ospedale Gemelli di Roma sono stati trovati 12mila euro in contanti, 330mila euro in assegni circolari e le chiavi di una Ferrari, una Suzuki e una Mercedes. Un ritrovamento bizzarro, riportato oggi da Il Messaggero, che ha spinto i medici ad allertare gli agenti del distretto di Monte Mario, che hanno messo i beni sotto chiave nella cassaforte del commissariato, almeno fino all’intervento di un notaio che riesca a trovare gli eredi. “Quando ho trovato tutti quei soldi tra i documenti, ho capito subito che non era una situazione semplice – le parole di un medico – Con i colleghi abbiamo deciso subito di avvisare i poliziotti e di consegnare in tempi brevi quella montagna di banconote. Sono tanti anni che lavoro al pronto soccorso e non mi era mai accaduta una cosa del genere”.

L’uomo, un 80enne, si è sentito male nella sua abitazione all’Olgiata. Subito è arrivata l’ambulanza e lo ha portato in ospedale al Policlinico Gemelli di Roma, ma l’anziano è deceduto prima di arrivare in ospedale. Un infarto, un episodio che purtroppo rientra nella normalità, se non fosse per quelle centinaia di migliaia di euro trovate nella giacca. L’ipotesi è che quando si è sentito male, l’uomo stesse andando a incontrare qualcuno: forse un appuntamento d’affari, anche se al momento non è noto. L’80enne è risultato avere vari possedimenti, con i quali viveva di rendita: un tesoretto milionario, che adesso dovrà essere diviso tra gli eredi, anche se a quanto sembra di eredi diretti non ce ne sono. I poliziotti del commissariato Monte Mario hanno aperto un’indagine per risalire ai parenti più prossimi dell’uomo, ai quali poi saranno consegnati i beni che aveva al momento del decesso.

FONTE: FANPAGE.IT

IMMAGINE DI REPERTORIO