Napoli, anziano sollevato e gettato nella spazzatura: il video diventa virale

Napoli, anziano sollevato e gettato nella spazzatura: il video diventa virale

“Facci fare due risate”, si sente di sottofondo al video


NAPOLI – Anziano sollevato da due giovani e buttato in un cassonetto dell’immondizia per fare un video su Tik Tok. Nel filmato, si intravedono due giovanissimi accerchiare una persona anziana mentre un altro impugna lo smartphone per girare la clip. “Facci fare due risate”, si sente. Poi la coppia di balordi solleva l’anziano, che prova a divincolarsi. Tra le risate sghignazzanti del gruppo, l’uomo viene sollevato e gettato nel cassonetto dei rifiuti.

POST FRANCESCO EMILIO BORRELLI

Il video è stato condiviso dal consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e lanciato sulle sue pagine social, accompagnato da un post: “Ancora un video vergognoso, realizzato a quanto ci segnalano nel Napoletano, postato su Tiktok la cui dinamica è fin troppo chiara: la vittima è presa in braccio di prepotenza e costretta a entrare in un cassonetto dei rifiuti, tra le risate scroscianti dei protagonisti e degli astanti. L’uomo in evidenti difficoltà chiede a gesti di essere aiutato ad uscire ma lo si continua a riprendere e a divertirsi mentre annaspa tra i rifiuti. L’ ‘eroico’ gesto viene naturalmente esibito come un trofeo sui social. Vergogna, vergogna e ancora vergogna questa è la sola reazione a un simile vigliaccata. Si è raggiunta una tale sottocultura e un così grave imbarbarimento dei costumi che si fa fatica a pensare da dove cominciare per rimediare a un tale disastro sociale. I giovani che si divertono a crepapelle bullizzando un indifeso, l’uno contro tutti, ma che storia è? In che consiste il divertimento, questo elabora il cervello degli uomini di domani? Il web è senza dubbio la vetrina preferita dai cialtroni per diffondere e condividere la loro inciviltà, venga allo stesso modo utilizzato da chi di dovere per identificare e sanzionare chi promuove la dottrina della prevaricazione e della violenza”. Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde che ha ricevuto la segnalazione del video e lo ha girato alle autorità.”