Napoli, emessi 6 provvedimenti di Divieto di accesso alle Aree Urbane

Napoli, emessi 6 provvedimenti di Divieto di accesso alle Aree Urbane

In particolare, i sei erano già stati sanzionati con l’ordine di allontanamento poiché sorpresi a chiedere in modo molesto denaro ai viaggiatori


NAPOLI – Il Questore di Napoli ha emesso sei provvedimenti di Divieto di accesso alle Aree Urbane (DACUR), ex art. 10 c.2-3 del D.L. 14/2017, come modificato dal D.L. 130/2020, nei confronti di altrettante persone tra i 27 e i 45 anni originarie di Napoli, Maddaloni e San Giuseppe Vesuviano.

In particolare, i sei erano già stati sanzionati con l’ordine di allontanamento, tra febbraio 2021 e marzo 2022, dai poliziotti del Compartimento della Polizia Ferroviaria di Napoli, poiché sorpresi, all’interno della Stazione Centrale di Napoli e nello spazio esterno adiacente, a chiedere in modo molesto denaro ai viaggiatori e ad esercitare abusivamente l’attività di vendita di beni su aree di pertinenza dello scalo ferroviario impedendo agli utenti la fruizione o l’accesso alle stesse.

Tali provvedimenti, istruiti e predisposti dalla Divisione Polizia Anticrimine della Questura, prevedono il divieto, da tre mesi a un anno, di accedere all’area della Stazione Centrale di Napoli e alle relative pertinenze della stessa.
I suddetti divieti sono stati adottati in seguito ad ingiunzioni di pagamento emesse  dalla Direzione Operativa Infrastrutture Territoriale delle Ferrovie dello Stato.