Napoli, lavoratori in nero da ex Giuseppone a Mare. Il titolare: “Li ha portati Tony Colombo”

Napoli, lavoratori in nero da ex Giuseppone a Mare. Il titolare: “Li ha portati Tony Colombo”

“Il personale che è stato accertato come non regolare, apparteneva all’entourage del cantante. Non si trattava di miei dipendenti, così come, nell’ambito delle autorizzazioni, il locale era in piena regola”, ha detto l’amministratore del ristorante


NAPOLI – I Carabinieri della compagnia di Bagnoli, nei giorni scorsi, hanno effettuato un servizio a largo raggio volto al controllo delle attività commerciali. Durante le operazioni i militari della stazione di Posillipo insieme ai colleghi del nucleo ispettorato del lavoro di Napoli hanno denunciato a piede libero il titolare di un ristorante a via Ferdinando Russo. Si tratta del Riva Restaurant, l’ex “Giuseppone a mare”. Diverse le normative violate sulla sicurezza dei lavoratori.

I militari hanno trovato all’interno del locale ben 10 lavoratori in nero e 2 di questi erano anche percettori del reddito di cittadinanza. Sono stati segnalati all’Inps. Per il 31enne titolare dell’attività commerciale oltre alla denuncia a piede libero anche sanzioni penali e amministrative per più di 100mila euro.

La replica dell’amministratore del locale

“I dipendenti per i quali sono stato denunciato – ha detto Gabriele Capparelli, 31 anni, amministratore del locale, a Il Mattino – non appartengono al ristorante e non sono lavoratori di cui sono responsabile. Il personale che è stato accertato come non regolare, apparteneva al gruppo di Tony Colombo. Non si trattava di miei dipendenti, così come, nell’ambito delle autorizzazioni, il locale era in piena regola”.

“Il ristorante è a norma sotto tutti gli aspetti e di sicuro la nuova gestione del locale è particolarmente attenta alla legalità. Dimostreremo di essere in piena regola” ha aggiunto Capparelli, che ha anche sottolineato come non ci siano, a suo dire, parcheggiatori abusivi nei dintorni della struttura da lui amministrata.