Ore d’ansia ad Acerra, Ilaria travolta dai calcinacci mentre passeggiava: la 27enne è intubata

Ore d’ansia ad Acerra, Ilaria travolta dai calcinacci mentre passeggiava: la 27enne è intubata

La giovane quando è stata colpita dalle pietre di cemento è stramazzata al suolo


ACERRA – “La paziente è ricoverata nella rianimazione del DEA, il Dipartimento di Emergenza urgenza e Accettazione dell’ospedale Cardarelli di Napoli. Ha un trauma cranico ed è intubata, sedata e trattata con curarici. Ha un ematoma subgaleale fronto-parietale bilaterale”. Questo è  il bollettino medico di ieri pomeriggio relativo alle gravi condizioni in cui ancora versa Ilaria Saporito, la giovane di 27 anni che mentre stava uscendo dal palazzo in cui abita, nella case popolari di via Deledda, ad Acerra, è stata colta in pieno da un pioggia di calcinacci crollati dalla facciata dell’edificio, ormai ridotta a un colabrodo da tempo immemore. La giovane quando è stata colpita dalle pietre di cemento è stramazzata al suolo, in una pozza di sangue che le fuoriusciva dalla testa. Il fatto è avvenuto nel primo pomeriggio della domenica di Pasqua. Intanto l’IACP, l’Istituto Autonomo Case Popolari, l’ente della Regione che ora prende il nome di Acer Campania e che è proprietario degli edifici della ex Gescal di Acerra, ha inviato uomini e mezzi allo scopo di mettere in sicurezza il palazzo la cui facciata è crollata. “Qui hanno fatto dei lavori in passato – racconta sul posto uno degli operai inviati dall’Iacp – che per me sono sbagliati. Hanno messo male l’intonaco, che inevitabilmente è venuto giù a pezzi. E’ poi bastato il vento del giorno di Pasqua a creare il dramma”. Il problema della manutenzione delle case popolari è una delle piaghe dello scassatissimo patrimonio immobiliare pubblico di Napoli e provincia. Nel frattempo ora tutti sperano e pregano che Ilaria Saporito possa uscire sana e salva dall’ospedale.