Quindicenne trovato morto nel Brenta, aperto un fascicolo per istigazione al suicidio

Quindicenne trovato morto nel Brenta, aperto un fascicolo per istigazione al suicidio

Sul corpo non apparentemente presenti segni di violenza ma sarà l’autopsia a chiarire le cause della morte


PADOVA – Dopo il ritrovamento del cadavere di Ahmed Jouider, 15 anni, scomparso da casa da giovedì scorso e poi trovato morto nel Brenta, il pubblico ministero Andrea Girlando ha aperto un fascicolo per istigazione al suicidio. Questa la decisione della Procura padovana. Sul corpo non sono apparentemente presenti segni di violenza ma sarà l’autopsia a chiarire le cause della morte.

Ahmed è uscito di casa giovedì scorso poco prima delle 22 a bordo di una bici rossa. Ha detto alla madre e alla sorella che sarebbe andato al patronato e che voleva loro bene. Poi ha mandato un messaggio alla ex fidanzata riferendole di aver paura per la sua incolumità, qualcuno lo minacciava. Dalle 24 di quella sera il cellulare risultava staccato: è stato trovato da un passante proprio la sera della scomparsa e l’uomo ha messo la propria sim.