Rifiuti, procedura infrazione Ue: ridotta sanzione alla Campania

Rifiuti, procedura infrazione Ue: ridotta sanzione alla Campania

Questo è quanto si legge in una nota della Città metropolitana di Napoli


NAPOLI – “La Commissione europea, dopo aver valutato le informazioni trasmesse dalle Autorità italiane, con la quale è stata fornita prova del collaudo e della messa in funzione dell’impianto di Caivano, destinato a trattare una parte consistente di rifiuti storici, pari a circa 2 milioni di tonnellate, per la produzione di combustibile solido secondario, ha deciso di dedurre dalla penalità giornaliera dalla Procedura Europea di infrazione assegnata per lo stoccaggio eccessivo di rifiuti in Campania”. E’ quanto si legge in una nota della Città metropolitana di Napoli.

“La decisione ha tenuto anche conto che il termovalorizzatore di Acerra, già sopperisce, al fabbisogno di incenerimento dei rifiuti municipali ordinariamente prodotti. La penalità dovuta per il dodicesimo semestre è stata, pertanto, quantificata in 20.400.000, euro a fronte dei 40.000 precedentemente assegnati”, si sottolinea.