Rinchiuso ai domiciliari, crea una zecca clandestina: Caserta inondata dai 2 euro falsi

Rinchiuso ai domiciliari, crea una zecca clandestina: Caserta inondata dai 2 euro falsi

Nella sua abitazione i carabinieri hanno trovato tutto l’occorrente per falsificare gli euro in moneta


CASTEL VOLTURNO – Erano andati a controllarlo perché ai domiciliari, ma hanno scoperto che trascorreva gli arresti a casa falsificando monete mediante una vera e propria “zecca clandestina” completa di conio per la produzione illecita di monete da 2 euro con effigi francesi.

Per questo motivo un 71enne residente a Castel Volturno (Caserta) è stato arrestato dai carabinieri. L’operazione è stata effettuata dai militari del Reparto Territoriale di Mondragone con il supporto dei carabinieri della Seconda Sezione Operativa del Comando Antifalsificazione Monetaria di Napoli. Il 71enne risponde dei reati di falsificazione, spendita e introduzione nello Stato di monete falsificate e di fabbricazione o detenzione di filigrane o di strumenti destinati alla falsificazione di monete, di valori di bollo o di carta filigranata.

Nella sua abitazione i carabinieri hanno trovato tutto l’occorrente per falsificare gli euro in moneta, in particolare un conio con riproduzione della faccia comune da 2 euro, un altro conio con riproduzione della faccia di nazionalità francese, una virola completa, composta da due pezzi metallici di forma cilindrica, una chiave in ferro da lavoro con testa esagonale, una macchina industriale tipo pressa idraulica, senza marca, di costruzione artigianale, due compressori ad aria, decine di anelli con bordo-facciata riprodotta, e centinaia di tondelli di lega metallica in oro giallo grezzo o lavorato.

COMUNICATO STAMPA