Sparatoria ad Acerra, morti due 20enni: «Si sono uccisi tra loro per il controllo di una piazza di spaccio»

Sparatoria ad Acerra, morti due 20enni: «Si sono uccisi tra loro per il controllo di una piazza di spaccio»

Un duello in strada in piena regola, questo avrebbe portato alla morte di Pasquale Di Balsamo e Vincenzo Tortora


Sarebbe stato un duello in piena regola, quello che all’1 della scorsa notte ha portato alla morte di due giovanissimi ad Acerra. Pasquale Di Balsamo, 22 anni e Vincenzo Tortora, 21 anni, entrambi noti alle forze dell’ordine, si sarebbero uccisi tra di loro, al termine di una sparatoria per contendersi una piazza di spaccio.

E’ questa l’ipotesi più accreditata dagli inquirenti – riportata anche da Marilena Natale – su quanto avvenuto la scorsa notte nel comune a nord di Napoli. Il duello è avvenuto in via Leonardo Da Vinci, in pieno centro di Acerra. I carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna stanno ancora indagando in tutta la zona. La strada si trova vicino al Castello dei  Conti di Acerra.

I militari dell’Arma hanno compiuto rilievi e stanno esaminando tutt’ora le immagini dei sistemi di video sorveglianza, che potrebbero essere utili per ricostruire tutti i momenti della sparatoria.

La sparatoria

Pasquale Di Balsamo, è stato raggiunto da tre colpi d’arma da fuoco ed è deceduto all’arrivo nella “clinica dei Fiori” di Acerra, nella quale era stato trasportato dal 118.

Quindici minuti prima dell’arrivo di Di Balsamo, nella stessa struttura sanitaria, era giunto Vincenzo Tortora, 21 anni, già noto alle forze dell’ordine, anche lui gravemente ferito con colpi di arma da fuoco, uno dei quali lo aveva raggiunto alla testa. Il 21enne, in fin di vita per le ferite riportate, era stato trasferito nell’ospedale Cardarelli di Napoli dove è poi successivamente deceduto.