Torre Annunziata, obbliga ragazzo a consegnargli soldi minacciandolo con un coltello: arrestato

Torre Annunziata, obbliga ragazzo a consegnargli soldi minacciandolo con un coltello: arrestato

Il soggetto aveva precedentemente obbligato anche un altro giovane di accompagnarlo a bordo del suo ciclomotore


TORRE ANNUNZIATA – In data odierna i Carabinieri della Stazione di Torre del Greco Capoluogo hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia in carcere, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Torre Annunziata, su richiesta di questa Procura della Repubblica, nei confronti di un 21enne, gravemente indiziato dei reati di estorsione, sequestro di persona, tentato furto aggravato e rapina aggravata.
Nel marzo-aprile 2019 un giovane, identificato con ragionevole certezza nell’odierno arrestato, previa minaccia a mano armata, servendosi di un coltello, aveva intimato ad un altro giovane di accompagnarlo, quale passeggero a bordo del suo ciclomotore, imponendogli di corrispondergli una somma di denaro e successivamente aveva costretto un altro giovane a trasportarlo sul suo ciclomotore percorrendo un itinerario da lui prescelto, nel Comune di Torre Annunziata.
Nel febbraio 2021,la stessa persona era stata sorpresa mentre rovistava nel vano porta oggetti di un’autovettura parcheggiata sulla pubblica via nel Comune di Torre Annunziata, nel tentativo di rubare gli oggetti ivi custoditi.
Nell’agosto 2021 la medesima persona si sarebbe resa responsabile di una rapina in danno di due minorenni, ai quali, simulando di essere armato di un coltello, aveva sottratto una somma di denaro. Le indagini svolte dalle varie articolazioni della Polizia Giudiziaria coinvolte per accertare i diversi reati,sotto la direzione di questa Procura della Repubblica, hanno permesso di raccogliere un quadro indiziario grave, preciso e concordante in ordine ai reati di cui alle imputazioni provvisorie a carico dell’attuale indagato.
L’arrestato è stato quindi tradotto presso la Casa Circondariale di Poggioreale, dove permarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.