Tragedia in caserma: Andrea, carabiniere 50enne, si uccide sparandosi alla tempia

Tragedia in caserma: Andrea, carabiniere 50enne, si uccide sparandosi alla tempia

Il gesto estremo dopo aver indossato la divisa, ha afferrato la sua Beretta calibro 9. Il Sindaco: “Era un impeccabile servitore dello Stato”


PESARO – Ancora un suicidio tra le forze dell’ordine. Andrea Giommi, carabiniere di 50 anni di Pesaro, si è tolto la vita sparandosi in caserma con la sua pistola d’ordinanza. L’uomo, originario della città marchigiana, era in servizio a Borgo Santa Maria. La tragedia si è consumata ieri pomeriggio, poco prima delle 18, quando il militare avrebbe montato di pattuglia. Dopo essere arrivato in caserma e aver indossato la divisa, ha afferrato la sua Beretta calibro 9 parabellum e l’ha puntata alla tempia premendo il grilletto. La morte è stata immediata, ma data l’assenza dei colleghi nessuno se n’è accorto subito. Il corpo senza vita è stato scoperto all’arrivo di un altro militare, che in un primo momento ha pensato ad un malore cercando subito di rianimarlo.

La scoperta della ferita alla testa è stata infatti successiva e l’arrivo dell’ambulanza è valso soltanto a certificare la morte dell’appuntato. Del caso è stata avvisata la procura della Repubblica, che ha disposto gli accertamenti per sincerarsi su ciò che poteva esser successo. Ma non sembrano esserci dubbi: si tratta di un suicidio. Non è chiaro se sia stato rinvenuto un biglietto di motivazioni, probabilmente no, che in qualche modo possa far capire a chi ha condiviso con lui il servizio nei carabinieri ma soprattutto alla sua famiglia il perché di questa scelta. Il suicidio di Giommi arriva dopo un periodo di serenità seguita ad un brutto long covid che aveva colpito il militare nel 2020, durante la prima ondata, con tanto di ricovero ospedaliero sotto ossigenazione per superare un terribile momento. La guarigione era stata poi molto lenta e lo ha tenuto lontano dal servizio per almeno 7 mesi.  Andrea Giommi era originario di Pesaro e molto conosciuto soprattutto nella zona del porto. Anche per questo non ha mai voluto allontanarsi dalla sua città, dove si era sposato e aveva avuto due figli.

Il cordoglio del Sindaco di Pesaro, Matteo Ricci:

“Un carabiniere impeccabile e servitore dello Stato.  Un ragazzo simpaticissimo e vero amico di tantissimi in città. Ci mancherai molto ‘Giommone’. Un abbraccio forte alla famiglia”.

FONTE: FANPAGE.IT