Alla guida di un motoscafo a soli 5 anni: Partita l’inchiesta della Capitaneria di Porto

Alla guida di un motoscafo a soli 5 anni: Partita l’inchiesta della Capitaneria di Porto

Intanto, però, l’autore del video ha cancellato sui social ogni traccia dell’accaduto anche se in molti lo hanno riconosciuto, si tratterebbe di un noto ristoratore della zona


CASTELLAMMARE DI STABIA – Dopo la denuncia del Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, a Castellammare di Stabia è stata aperta un’inchiesta sull’episodio, reso pubblico su Tik Tok, del “piccolo capitano di bordo”, messo a 5 anni alla guida di un motoscafo dal genitore.

“Stiamo acquisendo il video e procederemo con le verifiche del caso: gli adulti hanno lasciato la guida ad un minorenne e questo è perseguibile” – ha spiegato il comando della Capitaneria di Porto di Castellammare.

La Capitaneria è a caccia del motoscafo incriminato anche se il modello è abbastanza comune. Intanto, però, l’autore del video ha cancellato sui social ogni traccia dell’accaduto anche se in molti lo hanno riconosciuto, si tratterebbe di un noto ristoratore della zona.

“Attraverso il riconoscimento dell’imbarcazione e le segnalazioni dei cittadini stabiesi, ci aspettiamo che presto i responsabili di quell’episodio vergognoso vengano individuati, denunciati e condannati in maniera dura.”- ha affermato il consigliere Borrelli- “Noi da tempo denunciamo le follie dei giovani e degli adulti, pubblicizzate anche sui social. Lo facciamo non per attaccare indiscriminatamente il mondo dei ragazzi ma per accusare l’inabilità di certi adulti ad educare i propri figli e di essere da modello alle nuove generazioni. L’episodio del motoscafo è un esempio di tutto ciò. I bambini meritano di vivere in ambienti migliori dove gli vengano impartiti i valori di responsabilità, educazione e rispetto delle regole. Se i genitori sono incapaci di trasmettere ciò ai loro figli, allora devono scendere in campo le istituzioni attraverso l’assistenza sociale, la scuola e progetti educativi.”