Anziana uccisa e fatta a pezzi dalla figlia: resta in carcere l’assassina

Anziana uccisa e fatta a pezzi dalla figlia: resta in carcere l’assassina

Ieri la donna nell’interrogatorio davanti al giudice si era avvalsa della facoltà di non rispondere


MILANO – Il gip di Milano Giulio Fanales ha convalidato il fermo e disposto la misura cautelare in carcere per omicidio volontario aggravato e vilipendio di cadavere aggravato per Rosa Fabbiano, 58 anni, finita a San Vittore per aver ucciso l’anziana madre Lucia Cipriano, 84 anni, trovata morta, dopo circa due mesi, e fatta a pezzi nella vasca da bagno della sua abitazione di Melzo, nel Milanese.

Ieri la donna nell’interrogatorio davanti al giudice, alla presenza anche dell’aggiunto Laura Pedio e del pm Elisa Calanducci, titolari dell’inchiesta condotta dai carabinieri, si era avvalsa della facoltà di non rispondere, così come già aveva fatto davanti agli inquirenti nella serata di giovedì scorso.

FONTE ANSA