Choc tra Villaricca e Giugliano, anziana investita e uccisa: conducente condannato a soli 6 mesi

Choc tra Villaricca e Giugliano, anziana investita e uccisa: conducente condannato a soli 6 mesi

I parenti: “In Italia i cittadini perbene non sono tutelati – scrivono i parenti in un post -, si può condannare a sei mesi chi uccide una persona?”


VILLARICCA – Choc in via Don Luigi Sturzo tra Villaricca e Giugliano dove un’anziana signora è stata investita da un uomo a bordo di una Peugeot 3008 ed è stata lasciata agonizzante sull’asfalto. In seguito la donna è deceduta e l’uomo è stato condannato alla misera pena di 6 mesi ma con pena sospesa. Il filmato della vergogna è stato inviato dai parenti della vittima al Consigliere Regionbale Francesco Emilio Borrelli.

Sono le immagini choc pubblicate dal consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli che inchiodano un 30enne del posto, F.C., che viaggiava a bordo di una Peugeot 3008 lungo via don Luigi Sturzo, non distante dall’ospedale di Giugliano.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, il giovane, dopo l’incidente, avrebbe avvisato i suoi parenti, la mamma e la zia, di quanto accaduto. Il giudice gli ha riconosciuto le attenuanti generiche perché avrebbe ammesso ai suoi addebiti e avrebbe collaborato all’identificazione del veicolo usato al momento del sinistro. La pena accessoria prevede inoltre la sospensione della patente per un anno.

“In Italia i cittadini perbene non sono tutelati – scrivono i parenti in un post -, si può condannare a sei mesi chi uccide una persona? Chi era alla guida è scappato senza prestare soccorso per noi è omicidio stradale. Quando l’hanno dimessa dall’ospedale ci hanno detto che solo un miracolo l’avrebbe salvata per il forte ematoma che aveva in testa, il miracolo non c’è stato ed è morta”.