Colpito dal boma della barca durante la regata: Massimo muore a 51 anni

Colpito dal boma della barca durante la regata: Massimo muore a 51 anni

A seguito della morte del velista sono stati annullati tutti gli eventi sportivi e collaterali della Settimana Velica Internazionale


LIVORNO – Massimo Patelli, colpito alla testa dal boma è morto annegato. I fatti sono avvenuti nel pomeriggio di ieri durante la regata classe ILCA Master, in corso per il Trofeo di vela ‘Settimana Velica Internazionale 2022’ a Livorno. Il 51enne mentre manovrava la sua barca Laser del Circolo Vela di Cattolica, è finito in mare perdendo coscienza. Il fatto di essere rimasto in acqua per alcuni minuti gli potrebbe essere stato fatale.

Ancora non si conoscono le cause, i motivi potrebbero essere due: il primo è che l’incidente potrebbe essere accaduto perché la barca ha scuffiato e il velista è stato colpito alla testa dal boma, mentre la seconda ipotesi è che potrebbe essere stato un malore a provocare la tragedia. Il servizio di soccorso organizzato per la regata si è subito attivato e gli uomini presenti sono intervenuti per recuperare la moto d’acqua della Croce Rossa e il gomme della Fisa (Federazione italiana salvamento acquarico). Massimo Patelli è stato caricato sul gommone, dove sono state avviate subito le prime manovre di rianimazione. L’uomo era già in arresto cardiaco. Quando il gomme Fisa ha raggiunto l’approdo della Bellana, c’era già in attesa la squadra della pubblica assistenza con il medico anestesista. Patelli è stato intubato e collegato anche al macchinario per il massaggio cardiaco. Poi la disperata corsa in ospedale, ma ormai per lui non c’era più nulla da fare.

I POST DI CORDOGLIO

Da Cattolica, non appena giunta voce della tragica scomparsa del concittadino, è arrivato il pensiero del Circolo Nautico, che con le parole del presidente Daniele Verni si stringe attorno alla famiglia.

“Ci stringiamo attorno alla famiglia di Massimo Patelli in questo momento doloroso. Massimo era un amico, una persona di cuore, innamorato del mare e delle discipline nautiche, e una presenza importante all’interno del nostro Circolo – ricorda Verni -. Con la sua azienda, la System Plast di San Giovanni in Marignano, promuoveva da alcuni anni, insieme al nostro Circolo, il ‘System Plast Laser Clinic’, una regata e un momento di aggregazione e studio di questa splendida disciplina. Iniziativa che ha avuto tra i suoi partecipanti anche il campione italiano classe Laser master 2008, Pietro Corbucci”. Massimo “credeve fermamente nei valori legati al mondo della vela e dello sport”, conclude il presidente anche a nome di tutti gli altri membri del Circolo, “e noi lo ricordiamo con grandissimo affetto: per tutti noi questo incidente è stato un fulmine a ciel sereno, una notizia che ci ha lasciati tutti senza fiato”.

Anche la città di Livorno, l’Accademia Navale ed il Comitato dei Circoli Velici Livornesi sono a lutto per questo tragico incidente. E’ stato deciso, infatti, di sospendere le attività: “Per questo tragico lutto tutti gli eventi sportivi e collaterali sono stati annullati. Siamo profondamente addolorati e scossi. Giunga alla famiglia di Patella la commossa vicinanza nostra e dell’intera organizzazione della Settimana Velica Internazionale Accademia Navale Citta di Livorno”, hanno annunciato il sindaco di Livorno Luca Salvetti, il comandante dell’Accademia Navale di Livorno l’ammiraglio di divisione Flavio Biaggi e il presidente del Comitato dei Circoli Velici Livornesi Andrea Mazzoni.