Davide travolto da un’auto: morto a 17 anni, arrestato il conducente della vettura

Davide travolto da un’auto: morto a 17 anni, arrestato il conducente della vettura

Il giovane, in sella al suo scooter, è stato scaraventato a decine di metri di distanza dal luogo dell’incidente. L’automobilista è risultato positivo all’alcol test


PAESE (TREVISO) – Un ragazzo di 17 anni è morto in serata a Paese (Treviso) nello scontro tra lo scooter di cui era alla guida ed un’autovettura, che proveniva in senso opposto. L’incidente è avvenuto poco prima delle 22 in via Olimpia. Il ragazzo è deceduto nella collisione; il conducente dell’auto è stato condotto in ospedale, ma pare non aver riportato serie conseguenze.

Chi è la vittima
La vittima, Davide Pavan, risiedeva in un comune vicino, a Morgano (Treviso). La dinamica dell’incidente, così come la posizione dell’automobilista, un poliziotto 28enne, sono al vaglio dei Carabinieri di Montebelluna.

L’automobilista aveva bevuto
L’automobilista coinvolto nell’incidente nel quale ha perso la vita il ragazzo di 17 anni è stato posto agli arresti domiciliari: gli accertamenti alcolimetrici hanno rilevato nell’uomo un tasso di positività superiore ai limiti di legge. I due veicoli del sinistro sono stati sequestrati. La salma del giovane è stata posta a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Impatto violento: il giovane scaraventato a terra
L’impatto è stato violento e terribile. Il 17enne è stato scaraventato a decine di metri di distanza dal luogo dell’incidente, le cui cause sono al vaglio dei carabinieri che sono immediatamente intervenuti sul luogo del sinistro. In via Olimpia anche i sanitari del Suem 118 che hanno tentato di fare l’impossibile per strappare alla morte la giovane vita. È stato tutto inutile. Per il ragazzo non c’era ormai più nulla da fare.

I genitori sul luogo dell’incidente
Strazio nello strazio i genitori, che non vedendo il loro ragazzo, sono arrivati sul luogo dello schianto. Speravano che ci fosse ancora una tenue speranza di salvarlo. Ma, quando hanno visto la scena sono rimasti agghiacciati. Hanno capito in un attimo che il loro Davide non sarebbe mai più tornato a casa.

FONTE: ILGAZZETTINO.IT