Fregata russa colpita da un missile di Kiev: era la seconda nave più grande della flotta

Fregata russa colpita da un missile di Kiev: era la seconda nave più grande della flotta

Lo Stato Maggiore spiega che sono in corso operazioni di soccorso con l’utilizzo di numerosi aerei e imbarcazioni provenienti dalla Crimea


DAL MONDO – Una fregata russa è in fiamme, colpita da un razzo ucraino. Lo ha reso noto lo Stato maggiore di Kiev annunciando: “Mosca ha perso una nave”. A bruciare non è una semplice nave guerra, ma l’Admiral Makarov, la fregata più moderna della flotta dell’Ammiraglio Grigorovich, la nave più importante della flotta russa nel mar Nero dopo la Moskva. Colpita e affondata dagli ucraini e metà aprile.

La fregata russa  Petrel 11356R sta bruciando nel mar Nero, vicino all’isola di Zmiiny al largo della costa di Odessa, dopo essere stata colpita da un razzo Neptune. L’incendio sarebbe divampato dopo un’esplosione. Lo ha confermato anche il deputato popolare Oleksiy Honcharenko su Telegram. Lo Stato Maggiore spiega che sono in corso operazioni di soccorso con l’utilizzo di numerosi aerei e imbarcazioni provenienti dalla Crimea. Aerei russi stanno sorvolando l’area.

La notizia dell’incendio della fregata arriva poche ore dopo che la Cnn ha rivelato un coinvolgimento dell’intelligence americana nell’affondamento della Moskva, l’incrociatore russo colpito e affondato da un missile Neptune ad aprile. Anche se Mosca continua a sostenere che la causa dell’affondamento sia un incendio scoppiato a bordo della nace a causa di un esplosione nel deposito munizioni. Oggi, il Cremlino ha avuto la conferma che Kiev possiede missili antinave capaci di privarla delle sue navi migliori.

FONTE: HUFFINGTONPOST.IT