Giugliano, sfondarono porta e rapinarono la farmacia Micillo: in manette due 19enni

Giugliano, sfondarono porta e rapinarono la farmacia Micillo: in manette due 19enni

Incastrati grazie al motorino utilizzato


GIUGLIANO – Nell’ambito di un’indagine diretta dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord, i Carabinieri della Stazione di Giugliano in Campania hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare personale nei confronti di due soggetti, entrambi 19enni di quel luogo, incensurati, ritenuti responsabili del reato di rapina aggravata, in concorso.

I due giovani, a seguito di tempestive attività di indagine condotte nell’immediatezza dell’episodio criminoso, sono stati raggiunti da gravi indizi di reità in ordine ad una rapina commessa, nella serata del 20 aprile scorso, ai danni di una farmacia del centro di Giugliano, quando, dopo aver sfondato con un calcio la porta dell’esercizio commerciale, minacciando i dipendenti presenti, si erano impossessati della somma di mille euro, presente nel registratore di cassa, per poi dileguarsi a bordo di un motociclo.

L’attenta visione delle immagini di diversi impianti di videosorveglianza presenti nel Comune, permesso di identificare la moto che era stata utilizzata per la rapina, nonostante al momento della consumazione del reato fosse provvista di una targa contraffatta.

I militari dell’Arma dei Carabinieri, proprio al fine di identificare i due malfattori, hanno predisposto diversi posti di blocco, fermando i due diciannovenni a bordo della stessa motocicletta utilizzata per la rapina. A corroborare la loro identificazione è disposta una perquisizione presso le loro rispettive abitazioni, che ha consentito di ritrovare gli abiti utilizzati durante la commissione del fatto delittuoso.

COMUNICATO STAMPA

FOTO DI REPERTORIO