Napoli, follia all’ASL: uomo entra armato di bastone e poi si taglia le vene con una lametta

Napoli, follia all’ASL: uomo entra armato di bastone e poi si taglia le vene con una lametta

“C’è bisogno – denunciano gli operatori sanitari – di avere più tutele nel lavoro in prima linea che molti di noi svolgono”


NAPOLI –  Poco dopo ora di pranzo un paziente psichiatrico ,originario della Masseria Cardone, ha fatto irruzione nel distretto ASL di Secondigliano munito di bastone. E’ accaduto ieri nel quartiere dell’area nord di Napoli.

Come riportato dalla pagina Facebook “Nessuno Tocchi Ippocrate”, c’è stato un  “fuggi fuggi generale di pazienti, medici e infermieri. L’aggressore, una volta rimasto da solo nella astanteria del distretto, ha incominciato a colpire mobili e suppellettili. Naturalmente il personale sanitario attiva le forze dell’ordine. Al loro arrivo il paziente caccia dalla tasca una lametta e si taglia le vene. Adesso è ricoverato in gravi condizioni.

Naturalmente – prosegue NTI – rendicontiamo questa aggressione, non per la gravità del fatto in se in quanto il paziente è soggetto psichiatrico non in grado di intendere e di volere, bensì per la necessità di avere più tutele nel lavoro in prima linea di molti sanitari”.