Napoli, pistola in faccia a bambino di 11 anni per rapinare lo scooter. Terrore dopo la Partita del Cuore

Napoli, pistola in faccia a bambino di 11 anni per rapinare lo scooter. Terrore dopo la Partita del Cuore

Il ciclomotore ritrovato stamattina dai carabineri. Poco prima i delinquenti avevano compiuto un’altra rapina


NAPOLI – Ennesimo raid a Napoli in via Marina ai danni di un imprenditore. A raccontare quanto è accaduto è stata la vittima stessa, Gianfranco Wurzburger di Confcooperative Campania e presidente di Assogioca, attraverso i suoi canali social.

I fatti sono avvenuti nella serata di ieri intorno alle 23.30, l’uomo insieme al figlio,  a bordo di un Yamah X Max 300,  è stato avvicinato da 5 persone a bordo di 3 scooter. I malviventi armati di pistola sono riusciti a sottrargli lo scooter. Presumibilmente le stesse persone, nella stessa serata, ne hanno commessa un’ altra 15 min prima in piazza Municipio. la tecnica sarebbe stata la stessa, l’uomo a bordo di un altro motociclo,  sarebbe stato avvicinato dai malviventi e con pistola in pugno gli avrebbero sottratto il veicolo per poi darsi alla fuga per le strade limitrofe.

Gianfranco Wurzburger sui social ha raccontato: “Al rientro dalla partita del cuore, 5 balordi armati hanno accerchiato me e mio figlio di 11 anni x portarsi via lo scooter! Puntare una pistola ad un ragazzino non è solo da vigliacchi, ma molto di più”. Intanto i carabinieri, attraverso una nota, hanno fatto sapere  che lo scooter è stato appena ritrovato in via palazziello.

 

avrebbero avvicinato un uomo a bordo di un altro motociclo. Pistola puntata avrebbero rubato il veicolo, scappando per le strade limitrofe.