Napoli, terrore all’interno di un CAF: 52enne entra con il coltello in mano, fermato dalla polizia

Napoli, terrore all’interno di un CAF: 52enne entra con il coltello in mano, fermato dalla polizia

L’uomo aveva preso a calci e pugni la porta d’ingresso e, brandendo l’arma, aveva forzato una feritoia di plexiglass riuscendo così ad accedere agli uffici


NAPOLI – Ieri pomeriggio gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in via Galileo Ferraris per la segnalazione di un uomo che, in forte stato di agitazione, si era introdotto all’interno di un CAF.

I poliziotti, giunti sul posto, sono stati avvicinati da una dipendente della struttura la quale ha raccontato che, poco prima, l’uomo aveva preso a calci e pugni la porta d’ingresso e, brandendo un coltello, aveva forzato una feritoia di plexiglass riuscendo così ad accedere agli uffici.

Gli operatori, nonostante il comportamento ostile e minaccioso dell’uomo,  con non poche difficoltà lo hanno bloccato ed identificato per un 52enne marocchino e lo hanno denunciato per violenza privata, danneggiamento, minacce aggravate e resistenza a Pubblico Ufficiale.