Omicidio Guarino, la decisione del tribunale del Riesame: restano in carcere i due 15enni accusati di omicidio

Omicidio Guarino, la decisione del tribunale del Riesame: restano in carcere i due 15enni accusati di omicidio

I due, hanno ribadito la loro innocenza


TORRE DEL GRECO – Omicidio Guarino: restano in carcere i due 15enni. Giovanni Guarino, 19enne di Torre del Greco, fu ucciso con una coltellata al cuore dopo una lite scoppiata per futili motivi, lo scorso 10 aprile ne pressi di un’area giochi.

Il tribunale del Riesame ha respinto la richiesta di scarcerazione dell’avvocato Porcelli che difende i due giovanissimi. I due, hanno ribadito la loro innocenza, sulla base di alcune dichiarazioni rilasciate, da un loro amico, testimone oculare” i soggetti presenti, sia il ferito che il presunto testimone oculare, hanno totalmente cambiato la loro originaria versione dei fatti e tra le loro nuove dichiarazioni sono emerse delle inconciliabili incompatibilità che fanno comprendere come gli inquirenti siano davvero assai lontani dalla verità. L’attività difensiva non si ferma: abbiamo già predisposto numerose indagini investigative che prevedono la nomina di consulenti tecnici, tra cui medici legali, e si è provveduto a sollecitare in più occasioni il pubblico ministero affinché vengano effettuati numerosi approfondimenti ed integrazioni d’indagine, con richiesta di riesumazione della salma e di visite sulla persona del soggetto ferito, proprio alla luce delle citate contraddizioni”. Come fa sapere Porcelli: “”Il tribunale per i minorenni ha, per il momento, confermato l’ordinanza, ma noi continuiamo a fare il nostro lavoro e ad essere fiduciosi, oggi più che mai, soprattutto alla luce delle numerosissime incongruenze che sono emerse dalla lettura degli atti di indagine”.

In attesa di conoscere le motivazioni che hanno spinto il Riesame a prendere questa decisione, l’avvocato Mauro Porcelli annuncia il ricorso per Cassazione. Intanto, il giovane Giovanni – che proprio domenica avrebbe compiuto 19 anni – è stato ricordato con una commovente fiaccolata per le strade di Torre del Greco alla quale hanno preso parte oltre 400 persone.