Omicron 4 e 5, Bassetti: “Da dati pervenuti si pensa siano meno aggressive della variante 1”

Omicron 4 e 5, Bassetti: “Da dati pervenuti si pensa siano meno aggressive della variante 1”

L’infettivologo posta i risultati delle rilevazioni: “Evoluzione più benigna del virus”


NAZIONALE – Le sottovarianti del Covid Omicron 4 e 5 si confermerebbero meno ‘cattive’ della variante originaria Omicron 1, secondo dati sudafricani che confrontano la severità delle forme riportate nei ricoverati per Covid-19 dal 5 marzo 2020 al 23 aprile 2022. “In Sudafrica crescono le sottovarianti di Omicron BA.4 e BA.5. Ma il dato delle forme gravi conferma il trend di minor aggressività delle sottovarianti”, scrive su Facebook Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, postando i risultati della rilevazione. “La media dei ricoveri con BA.4 e 5 è di 2 giorni vs 4 per BA.1. Forme gravi 23,4% vs 33,8%. Evoluzione più benigna del virus”. Guardando allo schema, alla voce decessi la proporzione è del 4,9% con Omicron 4 e 5 contro 9,8% con Omicron 1.