Orrore a Napoli: 3 piccoli di gabbiano uccisi a bastonate sul tetto di un palazzo

Orrore a Napoli: 3 piccoli di gabbiano uccisi a bastonate sul tetto di un palazzo

Gli autori dell’insensata strage hanno tentato anche di uccidere i genitori a fucilate, mancando i bersagli


NAPOLI – Tre fucilate esplose contro una coppia di gabbiani colpevoli di aver prolificato sul tetto di un palazzo al Parco Carelli a Posillipo. Massacrati a bastonate i cuccioli. Europa Verde e Lipu: “a nulla sono valse le urla di pietà di bambini e testimoni che hanno proceduto a denuncia. Questa barbarie non dovrà restare impunita.”
Tre fucilate esplose contro una coppia di gabbiani colpevoli di aver prolificato sul tetto di un palazzo al Parco Carelli a Posillipo. Il fuciliere però, non avendo buona mira, ha mancato i bersagli e con due complici ha massacrato a bastonate i tre gabbianelli sotto gli occhi impotenti dei genitori e di tutte le persone che hanno assistito alle varie fasi della mattanza.

A nulla sono valse le urla dei vicini tra cui tanti bambini che imploravano pietà per quei tre gabbianelli.
I criminali hanno lasciato i tre corpicini massacrati sul posto e sono andati via ripresi dai telefonini dei testimoni e si sono rivolti al consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli e a quelli municipali del Sole che Ride Gianni Caselli e Lorenzo Pascucci e al Delegato della Lipu Fabio Procaccini.
Allertati, immediatamente sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato del Comm.to Posillipo, che hanno rinvenuto i tre piccoli dilaniati e senza vita. A seguito della perquisizione domiciliare è stata rinvenuta l’arma che è stata posta sotto sequestro. Una dozzina di persone hanno reso la testimonianza negli uffici del Commissariato.
“All’orribile scena hanno assistito anche dei bambini che sono ancora sconvolti. Si è trattato di un vero e proprio massacro tra l’altro nei confronti di gabianelli indifesi.

La vicenda non deve finire nel dimenticatoio perché si tratta di una vera e propria esecuzione armata in piena citta’. Chi uccide degli animali, per di più cuccioli, soltanto perché magari gli davano fastidio, è un essere indegno e il suo gesto va punito in maniera esemplare” dichiara il consigliere Borrelli con il conduttore radiofonico Gianni Simioli.

“I gabbiani possono creare dei problemi ma è possibile chiederci aiuto e consigli. Di certo ucciderli in modo brutale non è la soluzione ed è un reato molto grave” dichiara l’avv. Fabio Procaccini Delegato della Lipu (Lega Italiana Protezione Uccelli) di Napoli che annuncia la ferma intenzione del proprio ente di costituirsi parte civile nel processo contro questi tre criminali.

“Sono persone pericolose per la comunita’ – concludono Borrelli e Procaccini – chi imbraccia il fucile e spara per rabbia, lo fara’ anche contro gli umani”.

CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO