Pizzaiolo italiano ucciso in Inghilterra, si era trasferito da pochi mesi per lavoro

Pizzaiolo italiano ucciso in Inghilterra, si era trasferito da pochi mesi per lavoro

Nella serata di ieri è stato arrestato il presunto assassino, è un ragazzo di 18 anni


SHEFFIELD (GRAN BRETAGNA) – Dramma quello che si è consumato nella notte tra l’11 ed il 12 maggio scorso a Sheffield in Gran Bretagna dove un ragazzo di 34 anni, Carlo Giannini, pizzaiolo pugliese, è stato ritrovato morto in un parco cittadino. a scoperta del cadavere era toccata a un cittadino che stava passeggiando al Manor Fields Park di Sheffield. L’autopsia ha successivamente accertato che il giovane è stato ucciso con una coltellata.

La novità è che nella notte è stato fermato il presunto assassino, un giovane di 18 anni ritenuto responsabile della morte del pizzaiolo italiano. Il cerchio attorno all’assassino del giovane italiano si stava stringendo da giorni e ieri sera sono scattate le manette. La South Yorshire Police ha infatti comunicato di avere arrestato un 18enne ritenuto responsabile della morte del pizzaiolo. Non sono ancora chiare le circostanze in cui è maturato il delitto, sarà l’indagine a chiarire movente e dinamica esatta.

Nella stessa località inglese si trovano in queste ore il fratello e la cognata dell’uomo, che hanno fatto il riconoscimento della salma. Le indagini proseguono per ricostruire le fasi precedenti all’ omicidio, e le autorità britanniche hanno diffuso immagini che ritraggono Carlo Giannini all’interno del parco, già diverse ore prima della scoperta del cadavere da parte di un passante all’alba del 12 maggio scorso.