Sant’Antimo, 21enne e 26enne prendono a coltellate e martellate altri 2 giovani: arrestati

Sant’Antimo, 21enne e 26enne prendono a coltellate e martellate altri 2 giovani: arrestati

Sono ritenuti responsabili di tentato omicidio, lesione personale aggravata e porto illegale di armi e strumenti atti ad offendere


SANT’ANTIMO – I carabinieri della tenenza di Sant’Antimo hanno arrestato, in esecuzione di un decreto di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura di Napoli Nord, un 21enne e un 26enne, entrambi noti alle forze dell’ordine, ritenuti responsabili di tentato omicidio, lesione personale aggravata e porto illegale di armi e strumenti atti ad offendere.

I due sono considerati gli autori di un’aggressione avvenuta lo scorso 19 aprile nel centro cittadino di Sant’Antimo, dove due ragazzi di 20 anni sono stati colpiti ripetutamente con un coltello e un martello. Uno dei due malcapitati è stato colpito da diverse martellate alla testa e da alcune coltellate al ventre ed è stato salvato solo dal tempestivo intervento del personale sanitario dell’ospedale Cardarelli di Napoli, mentre l’altra vittima dell’aggressione, ferito agli arti inferiori, è stato medicato e dimesso dal pronto soccorso dell’ospedale di Frattamaggiore. I due arrestati sono stati portati nel carcere napoletano di Poggioreale, in attesa dell’udienza di convalida.