Scampia, volontari riqualificano area che diventa punto di ritrovo ma vengono diffidati dal Comune

Scampia, volontari riqualificano area che diventa punto di ritrovo ma vengono diffidati dal Comune

Le parole del consigliere: “Prima dell’impegno dei volontari in quello stesso punto c’era una grossa discarica con rifiuti di ogni tipo, inutilizzabile per la comunità”


SCAMPIA – “Il Comune di Napoli ha diffidato un gruppo di giovani volontari di Scampia per aver recintato un’area di 1200 mq in via Hugo Pratt, al recupero della quale i volontari sono a lavoro da oltre due anni con sacrifici, anche economici, per trasformarla in un giardino che oggi è l’unico punto d’incontro del quartiere. Prima dell’impegno dei volontari in quello stesso punto c’era una grossa discarica con rifiuti di ogni tipo e vegetazione incolta, inutilizzabile per la comunità.

Va precisato che la rete che delimita l’area oggetto di riqualificazione è stata fissata a paletti rimovibili, senza nessuna opera edile, così da poterla smontare in qualunque momento. La recinzione è solo un modo per proteggere l’area per evitare che venga nuovamente vandalizzata. Sono convinto che si possa trovare una soluzione alternativa che riesca a conciliare le esigenze dei volontari e dei residenti con quelle del Comune, nonché una soluzione che rispetti in pieno le leggi vigenti.

L’opera di recupero dell’area messa in atto dai volontari non può essere gettar al vento, quella che prima era una discarica oggi è diventata un’area a verde godibile a disposizione di tutti. Chiediamo quindi che il Comune avvìi un’interlocuzione con i volontari per una risoluzione che soddisfi tutte le parti”. Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli,  consigliere regionale di Europa Verde a cui i ragazzi di Scampia hanno rivolto un appello.