Scandalo in Piazza Garibaldi, 2 persone fanno sesso davanti a tutti: il Video è virale

Scandalo in Piazza Garibaldi, 2 persone fanno sesso davanti a tutti: il Video è virale

Le immagini, girate da un passante, sono finite presto sui social


NAPOLI – Ha veramente dell’assurdo quanto accaduto a Napoli diversi giorni fa. Davanti agli occhi di tutti e senza alcun pudore, due persone hanno  iniziato a fare sesso in strada. Le immagini, girate da un passante, sono finite presto sui social, raccogliendo centinaia di commenti di sdegno da parte, soprattutto, dei residenti della zona.

In particolare, tra le denunce, c’è quella di Paolo Lopomo del “Comitato per il diritto del cittadino Municipalità 4”. “Fate l’amore non fate la guerra qualcuno non ha perso tempo parliamo di quello che è accaduto ieri sera davanti al food adiacente la stazione di piazza Garibaldi coppia fanno sesso senza curarsi di chi passava e chi li filmava increduli e stupiti”, dice Lopomo.

“Dopo le tante segnalazioni fatte negli ultimi mesi, denunciando le condizioni di forte peggioramento e abbandono in cui versa la zona del Vasto e di Piazza Garibaldi, questa mattina mi sono state inviate, come ormai d’abitudine, nuove foto che ritraggono scene molto forti di quanto avviene col calare della sera nei vicoli che danno sulla Stazione Centrale. Non basta il dormitorio a cielo aperto per i senza casa che vivono in strada, si aggiungono un enorme mercato abusivo notturno, persone che fanno sesso sui marciapiedi e questo per rimanere soltanto alle scene immortalate nelle utlime ore. Si denuncia fortemente l’uso delle droghe, anche pesanti, negli spazi di Porta Capuana e testimonianze di tante e troppe rapine e furti che interessano tante attività fino a porta Nolana. Residenti, commercianti, migliaia di turisti che passano in questi giorni per la Stazione Centrale, sono costretti ad avere paura di quei luoghi. Ripristinare risposte durevoli nel tempo sul fonte dei controlli e un piano di azioni incisive di inclusione, cura delle povertà estreme e è un atto non più derogabile, ci vogliono risposte immediate e che siano durevoli nel tempo”, è il commento di Alessandra Clemente, consigliere comunale.